Cosa è la tecnologia LightScribe™?

Mettere un disco nel masterizzatore e registrare dei documenti? Fino a qui nulla di nuovo, direte voi.

Ora immaginate di prendere lo stesso disco, roversciarlo e rimetterlo nello stesso drive, creare una copertina di cui poter essere fieri e imprimerla con il laser sulla superficie del disco.

Semplicemente - 'Scrivi, Gira, Scrivi' per una personalizzare i tuoi dischi.
La LightScribe è ora disponibile nella nuova versione 1.2. Puoi finalmente registrare il tuo DVD 16x e ridurre il tempo di stampa di circa il 30%! Il tuo disco viene infatti spampato in soli 21 minuti (rispetto ai 35 minuti della versione precedente). Per poter sfruttare i vantaggi della versione 1.2 è probabile che sia necessario aggiornare il driver di stampa del tuo masterizzatore che potrai scaricare dal sito: www.lightscribe.com.  

La tecnologia necessaria per i dischi LightScribe è stata sviluppata da Mitsubishi Kagaku Media, casa madre di Verbatim, in collaborazione con Hewlett-Packard (HP), completando così i prodotti hardware e software che sfruttano questa idea.

I dischi LightScribe ora sono disponibili con sfondo colorato. Sono disponibili cinque sfondi di colore diverso: rosso, arancio, giallo, blu e verde oltre allo sfondo dorato tradizionale. È possibile creare etichette personalizzate di qualità professionale e utilizzare gli sfondi colorati per organizzare le raccolte personali di CD e DVD per uso privato o professionale. Per ottenere etichette della massima qualità si consiglia di aggiornare periodicamente il software LightScribe System, disponibile sul sito www.lightscribe.com .


Come funziona?

Scrivi I tuoi documenti sul lato registrabile del disco. 

Gira il disco appoggiandolo sul vassoio del masterizzatore con il lato registrabile rivolto verso l’alto.

Scrivi la tua “etichetta” che hai precedentemente creato utilizzando uno dei programmi compatibili con la tecnologia LightScribe.

E’ veramente molto semplice, ma se hai bisogno di informazioni più tecniche puoi leggere di seguito.

 

Informazioni Tecniche:

I masterizzatori LightScribe possiedono una speciale ottica in grado di pilotare l’energia luminosa del laser che viene assorbita dalla vernice posta sulla superficie del disco. La luce proveniente dal laser provoca una trasformazione chimica del sottile strato ed il risultato è un punto di colore diverso.

La tecnologia LightScribe pilota la potenza del laser per ottenere diverse tonalità e controlla perfettamente la posizione del raggio mentre il disco ruota all’interno del masterizzatore aggiungendo un punto dopo l’altro. Il risultato è quindi un’immagine ad alta risoluzione che riproduce il disegno, i testi o le foto combinati con un programma di grafica compatibile. 

Come utilizzare i supporti LightScribe nel migliore dei modi?

Per ottenere il migliore risultato dai dischi LightScribe è necessario:

Conservare lontano da fonti di calore e al riparo dalla luce.
Utilizzare subito dopo l'apertura.
Conservare il disco nella custodia originale. Non conservare in una custodia che è a contatto diretto con la superficie del disco.
Evitare di toccare l'etichetta e il contatto con acqua o olio.
In caso di macchie sul disco, utilizzare un panno per eliminarle.
Non utilizzare solventi, diluenti, liquidi antistatici o strumenti per pulire la superficie di dischi.
Non scrivere sull'etichetta o utilizzare etichette adesive.
Un graffio profondo sull'etichetta può cambiare il colore della superficie del disco.

Le etichette LightScribe si scoloriscono in breve tempo presentando una polvere bianca sul rivestimento.

La composizione dei dischi LightScribe potrebbe causare reazioni anomale a contatto con alcuni materiali di utilizzo comune. Tra questi, vi è ad esempio il PVC, sostanza utilizzata comunemente per le custodie di raccoglitori e confezioni di CD/DVD. Altre sostanze da tenere lontane dai dischi LightScribe sono la vitamina E, il glicole polietilenico (PEG) e liquidi contenenti alcool. Questi ultimi elementi sono molto diffusi nelle lozioni per le mani e nei prodotti per la cura dei capelli. Rimedi consigliati: Non conservare i dischi LightScribe in custodie contenenti PVC. Il PVC è facilmente riconoscibile a causa del suo forte odore di "plastica". Conservare i dischi LightScribe in custodie contenenti polipropilene, mylar or tyvek che non hanno alcun odore particolare. Inoltre, mantenere sempre i dischi LightScribe lontano da lozioni per le mani e prodotti per la cura dei capelli. Si consiglia di conservare i dischi LightScribe in jewel case singole. Evitare di lasciare i dischi LightScribe nelle vicinanze di fonti di calore eccessivo (ad esempio, in auto durante il periodo estivo) o a contatto diretto con i raggi del sole in modo da preservare l'integrità di tutti i suoi componenti.

Ho notato che alcuni dei dischi con l'etichetta LightScribe presentano una polvere bianca. Di cosa si tratta?

La polvere bianca presente sui dischi etichettati con Lightscribe è dovuta alla cristallizzazione del rivestimento. Non è dannosa e si può facilmente rimuovere con un panno inumidito senza rischiare di danneggiare l'etichetta o i dati registrati.

I raggi ultravioletti possono scolorire l'etichetta LightScribe? Quanto si sbiadisce l'immagine e in quanto tempo?

Evitare l'esposizione costante ai raggi UV diretti e alla luce solare per prevenire danni ai dati sul disco e il possibile scolorimento dell'immagine dell'etichetta. In questo modo l'immagine si scolorisce. La velocità di questo fenomeno è determinata dall'intensità della luce e dal tempo di esposizione.